Alimentazione, Salute

Disintossicazione da caffeina

4 Dec , 2012  

Disintossicazione da caffeina
(foto via Google images)

Disintossicazione da caffeina

Ho smesso di bere i due caffè al giorno ormai da 10 mesi, mai scelta fu più saggia, questo terzo post sul caffè nasce dal report statistico di accesso al sito, infatti ho notato nelle ultime settimane un aumento degli accessi tramite ricerca con la chiave “disintossicazione da caffeina” quindi credo che il problema caffè sia diventato qualcosa di molto più sentito.

I benefici della rinuncia al caffè li ho scritti qui e qui, la cosa che mi sorprende è che credevo fosse solo una scelta fatta da pochi individui stanchi di questa dipendenza, dato che il caffè non ha nulla a che fare con l’essere vegan, semmai ha forte relazione con l‘igienismo che è il passo successivo o l’integrazione rafforzata del veganismo, fatto sta che da quel che posso capire sembra un problema sentito sempre da molta più gente.

Dieci motivi per evitare il caffè

1) Il caffè è una droga caustica che causa assuefazione e forti crisi di astinenza. Anche chi prende un solo caffè al giorno trova oltremodo difficile liberarsi da tale schiavitù. Il caffè può essere considerato una versione legale della cocaina.
2) Il caffè è teratogeno, per cui causa difetti genetici alla futura prole. Molti esperimenti dimostrano che è troppo spesso causa di malformazioni e difetti agli arti dei neonati.
3) Il caffè è mutageno. Una tazzina contiene 250 mg di acido clorenico, di actractylasides
(estremamente tossico) e di glutathione transferase inducers (cafestol palmitates).
4) Il caffè è cancerogeno per il suo materiale combusto e per il contenuto in methilglyoxal (mutagenic pyrolisis product), ed è associato a tumori alle ovaie, alla vescica, al pancreas, allo stomaco e all’intestino.
5) Il caffè contiene caffeina, uno tra i 20 veleni più pericolosi del pianeta, un alcaloide tossico che irrita il sistema nervoso, sbilancia il sistema simpatico e causa aritmie cardiache.
6) Il caffè e torrefatto ed amaro. Corrompe l’alito, ingiallisce i denti, irrita lo stomaco e danneggia pesantemente il fegato. Come se non bastasse, ha effetti distruttivi sul sistema renale. Una tazza di caffè mette 21 ore per passare attraverso i reni e il sistema urinario. Bastano 8 tazzine al giorno per fare di una persona sana un cliente probabile alla dialisi e al trapianto.
7) Il caffè è carico di acido ossalico che vincola e sequestra il calcio, e causa calcoli ai reni e in altre parti del corpo.
8) Il caffè è carico di acido urico. Acidifica il corpo e causa osteoporosi. Sovverte la digestione e il sonno. E’ causa di emicrania, di fiacchezza e di depressione nelle inevitabili fasi di carenza.
9) Il caffè produce una restrizione dei vasi sanguigni, alta pressione, irregolare circolazione coronarica, insufficienza renale, ulcere gastriche, ronzio alle orecchie, tremito muscolare, irrequietezza, sonni agitati, diabete nei neonati, irritazioni gastrointestinali, sconvolgimenti nel glucosio del sangue (spinge il pancreas a secernere più insulina).
10) Il caffè, sia a pasto che dopo pasto, fa da innaturale acceleratore digestivo in quanto obbliga il cibo a lasciare lo stomaco, ed anche l’intestino, troppo rapidamente, causando malassorbimento degli alimenti e rallentamento della peristalsi intestinale. Il latte nel caffè è un ulteriore errore alimentare, col tannino del caffè che va in fermentazione e causa irritazioni intestinali.

Via valdovaccaro.blogspot.it

Che vi devo dire, io da quando non bevo più il caffè ho risolto parecchi problemini … forse qualcun altro comincia ad aprire gli occhi?

Sale di Epson Csm
Per la pulizia del fegato il Sale di Epsom

Voto medio su 64 recensioni: Da non perdere

€ 16.5
Alga Clorella - Chlorelle - 200 Compresse
Favorisce l’eliminazione di scorie metaboliche, inquinanti ambientati e metalli pesanti.
€ 27.9
Fitodis 9
Disintossicazione da metalli pesanti
€ 21.2

Vivi Vegan

Il web per passione ... vegan per la vita!

More Posts - Website

, , , , , , , , , , ,


15 Responses

  1. Carl says:

    Anche io bevo un paio di caffè al giorno e credo di non avere dipendenza, ma è vero anche che non ho mai provato a starne senza, sul fatto che faccia più male che bene ne sono convinto anche io, se ci si pensa poi non è che sia proprio necessario.

    • vegana says:

      Carl purtroppo è meno semplice di quanto si pensi rinunciare al caffè, ma qualche giorno di “crisi” vale la pena.

  2. FioreSanRemo says:

    Io invece bevevo solo caffè decaffeinato, altrimenti pure io GRRR…
    ma ora l’ho sostituito con il Ginseng, ottima radice asiatica(!) ke trovo davvero ottima ed ank’essa senza caffeina, ma forse anke + sana !

    • vegana says:

      Prima non mi rendevo conto ma il caffè è davvero una pessima abitudine, tutt’è tranne che sana, io ho optato per il nulla 😀

  3. paolo says:

    Scusate la brutalità della mia risposta al post…..però….vi rendete conto di quanto sia controproducente la disinformazione?!?…..qualsiasi studio REALE dimostra l’esatto contrario del 70% delle cose scritte in questo articolo. Va bene la libertà di pensiero…..ma a tutto c’è un limite!

    • Vivi Vegan says:

      E quale sarebbe questo qualsiasi studio REALE? qui un post e link lo leggi, metti i link ai tuoi studi letti e magari completi l’informazione della disinformazione … e andiamooo …

  4. Davide Cobelli says:

    Non vedo la fonte del suo studio invece.. quale accreditato ente ha dato queste analisi (le 10 regole menzionate?) forse Yahoo answers?
    Non sarà mica Valdo Vaccaro? No perchè mi spiega allora come sia lei che lui avete misurato 250mg di Acido Clorogenico a tazzina, oppure che la caffeina sia velenosa (grazie! a che dosaggio? glielo dico io? dai 2 gr in poi può provocare danni certo , ma sa quanti MG contiene una tazza?)
    Sa anche che il dosaggio e tutte le sostanze menzionate sono presenti in differenti dosi, in differenti tipi di caffè?
    Ah no.. perchè lei beve il caffè de discount e poi si lamenta se le fa male..
    Un blog da chiudere per la cattiva informazione che fa.
    La mia firma visibile qui in basso, la sua invece? nell’anonimato da cui scrive le sciocchezze che la gente dovrebbe decisamente “scremare”.
    P.s.un consiglio: Non mangi spinaci, contengono ferro, se ne mangia 50-100kg in 1 ora potrebbe avere un picco di ferro nel sangue e andare in ospedale intossicata!

  5. Davide cobelli says:

    Appare evidente come la mancanza di pura obiettività rimanga primaria all’interno di queste pagine, non ho cancellato alcun post (ma vorrei vedere anche l’altro visto che non lo vedo pubblicato! Magari l’ha censurato??) Ne tantomeno fatto alcuna marcia indietro.
    É crisi d’astinenza da contatto con persone che usano la parte celebrale che ci é stata data, la mia.
    Lei scrive sciocchezze, e la gravità é che qualcuno la legge pure!
    Non sa di quel che parla come non sa ciò di cui parlano le fonti che ha menzionato, sono studi banali e frivolo, fatti davanti a 2 biscotti.
    Prima di scrivere un articolo ci si deve INFORMARE su cosa sia la materia di cui si scriverà. Lei con la sua arroganza invece pensa di sapere cosa sia il Caffè dopo aver letto forse a mala pena l’etichetta del suo caffè comprato al discout (lo ribadisco).
    É vergognoso che parli di qualcosa di cui non sa niente, ma l’ingnoranza in cui vive traspare da ogni singola
    parola. La questione non é riportare un esperienza, ma far credere che quell’esperienza sia accreditata e reale come lei ha fatto.
    Banale post che evidenzia banale blog. Se non sa cosa scrivere, faccia la maglia o vada a fare due passi..

    • Vivi Vegan says:

      Ah coso? se ti ho detto che hai cancellato il commento che hai postato su FB è perché allo stesso ho risposto, e dato che solo tu puoi cancellarlo e non io, dato che io posso solo approvarlo e lo ho fatto, lo stesso è sparito insieme al mio commento, fai tu due conti io non posso eliminarlo e anzi l’ho pubblicato, hai i folletti a casa che ti fanno gli scherzetti?

      Ma andiamo oltre, continui a rompere con la tua posizione di cui a me non frega una mazza, tu hai la tua io la mia!

      Rispettala, ci sono migliaia di persone che come me, ha smesso di bere i due caffè giornalieri ed ha risolto vari problemi di salute, se a supporto della mia esperienza ho postato i 10 punti di Valdo Vaccaro, può sfiorarti la testa che io li condivido in base alla mia esperienza?

      O devo chiedere a te cosa scrivere e come delle mie esperienze?!

      TE LO RIPETO, SEI CREDIBILE COME UNA BALDRACCA TOSSICA IN CRISI DI ASTINENZA!

  6. Paolo says:

    Davide Cobelli ma sei un coglione o mi sbaglio?

  7. MARINA says:

    E’ incredibile leggere tutti gli insulti gratuiti dopo un articolo inoquo. Personalmente adoro il caffè ma ho capito che per il mio caso specifico (Artrite Reumatoide) non fa benissimo in quanto aumenta l’infiammazione ed i dolori. Per smettere ho fatto molta fatica. Prima diminuendo dal due al giorno solo ad uno al mattino. Poi sono passata al caffè verde. Poi zero. Le crisi d’astinenza erano davvero forti e sgradevoli. Mal di testa, nausea, vertigini … Il caffè è una droga e chi riesce a smettere è meglio. Se fosse così salutare non causerebbe tutti questi effetti collaterali. Non mi serve uno studio scientifico per capire quanto male faccia! Mi manca ancora quel profumo di caffè al mattino e quando sto accanto a chi lo beve mi viene una voglia mamma mia! Però … ho curato l’artrite reumatoide SOLO con l’alimentazione vegana ed eliminando caffè. Ognuno scelga la propria strada … Sono vegana e vivo con un onnivoro che beve caffè, alcolici, mangia un sacco di zuccheri… eppure non passiamo le nostre giornate ad insultarci …. PACE

  8. Broken says:

    Salve a tutti, posto la mia esperienza: non vedo l’ora di smettere. Chi si droga e consapevole che senza non si può, è un drogato cronico. Il caffè è una droga a tutti gli effetti, tollerata in modo differente da ognuno di noi. Chi sente il bisogno di smettere lo faccia il prima possibile, è il messaggio del corpo, si sta superando il limite. Per chi invece, è completamente indifferente…… beh cominci a pensarci…. Saluti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *