Le cure proibite ma … la prevenzione?

Le cure proibite ma ... la prevenzione?

Le cure proibite ma … la prevenzione?

Ho visto il video di Massimo Mazzucco qualche anno fa, credo da pochi mesi che avevo preso il sentiero vegan o forse un po’ di più non ricordo, comunque, il video è molto interessante e mostra gli intrecci che ci sono nel mondo della farmacologia, della medicina e relativa formazione universitaria.

In pratica ogni medico che studia qualsiasi specializzazione, non impara solo un mestiere, ma assimila anche un sistema di cura protocollato dalle case farmaceutiche, il medico sostanzialmente agisce in base a quanto ha studiato e alle direttive che il sistema impone, senza neppure prendere in considerazione altro se non la medicina ufficiale, trasformando quella che dovrebbe essere una missione e vocazione in un dogma dal quale o si dentro oppure fuori.

Sono d’accordo con le cure alternative ovviamente, ma si parla sempre poco di prevenzione, che, se messa in pratica diventa anche cura permanente, curare con metodi che non rientrano nella sfera medica ufficiale credo sia sacrosanto supportarli, anche per il fatto che queste cure di solito hanno costi molto bassi e non sono brevettabili, quindi nessuno potrà mai specularci sopra.

La prevenzione purtroppo è qualcosa che non rientra nelle menti dei guru e guaritori, il motivo credo sia abbastanza ovvio, se tutti facessero una vita virtuosa senza eccessi continui ma solo con qualche momento di piacere ogni tanto, la percentuale dei bisognosi di cure scenderebbe sensibilmente, e questo è un bel problema per chi ci campa curando il prossimo.

La salute tuttavia si previene tutti i giorni, e non di tanto in tanto o solo quando lo dice il guru o guaritore, ogni giorno, dalla mattina alla sera, a colazione, a pranzo e cena, ad ogni occasione in cui mangiamo e quello che ingeriamo sarà o la nostra prevenzione e cura o la malattia, sono scelte che inevitabilmente hanno effetti collaterali, occorre solo scegliere quali avere!

 

Debito pubblico o rapina perpetua

YouTube Preview Image

Post OT

Debito pubblico o rapina perpetua!? Molti già sanno come funziona il sistema di emissione della moneta, prima erano le Lire oggi l’Euro, cambia la carta stampata ma sostanzialmente il sistema è lo stesso.

Questo aspetto dell’Euro non viene mai menzionato dai grandi economisti che un giorno sì e l’altro pure appaiono nelle TV nazionali, e fanno bene a non parlarne, se tutti metabolizzassero che i soldi lo stato li prende in prestito invece di stamparseli creando debito per la carta, credo che molti italiani non la prenderebbero troppo bene!

La sostanza è questa, se i soldi l’Italia li deve prendere a prestito dalla BCE che è privata e prima dalla Banca d’Italia anch’essa privata, e per ottenerli deve emettere titoli di stato a garanzia sui quali dovrà pagare gli interessi … come fa a restituire o azzerare il debito pubblico? Nel senso, se lo Stato italiano emette titoli per ottenere 100 Euro, sui quali dovrà pagare un interesse del 2% come farà ad estinguere il debito se il denaro di quel 2% non esiste?!

Credo che il problema sia tutto qui, lo Stato non deve comprare i soldi, ma li deve stampare, come faceva per le monete, le ricordate le monete da 50/100/200 lire? nel conio c’era impressa la dicitura Repubblica Italiana … e queste monete le emetteva effettivamente lo Stato al costo del metallo e della lavorazione ma senza interessi! Mentre sulle banconote c’èra scritto Banca d’Italia e lo stato le prendeva appunto dalla Banca d’Italia pagandole non solo il costo della carta e stampa ma ovviamente al valore nominale, pagandoci sopra gli interessi, il perché lo Stato coniava solo le monete è ovvio, perché produrle costava di più delle banconote e rendeva molto meno, per cui la Banca d’Italia ingrossava il debito pubblico e i suoi guadagni a spese degli italiani!

Tutto questo perché fu consentita e fatta la privatizzazione della Banca d’Italia che doveva essere totalmente dello Stato, mentre invece fu regalata ai privati che la controllano ancora oggi attraverso altri istituti bancari, ecco la sostanza del debito pubblico, una rapina gigantesca, messa in atto da “italiani poco italiani” … oggi con la BCE il sistema non cambia, la rapina è sempre la stessa!

Questo quello che in questi anni di letture ho appreso, e metabolizzato … chiunque voglia correggere inesattezze è il benvenuto, Grazie :D

Qualche link:

  1. http://www.disinformazione.it/Maastricht_lisbona.htm
  2. http://www.iconicon.it/blog/2013/01/la-struttura-della-truffa-europea/
 

Incontri qualcuno e ti consiglia un libro da leggere

Incontri qualcuno e ti consiglia un libro da leggere
(immagine via Amazon)

Incontri qualcuno e ti consiglia un libro da leggere … ieri sera durante la solita ora di attività fisica … molto ma molto leggera :D abbiamo conosciuto una persona la quale anch’essa impegnata in attività fisica, con cui si è scambiata qualche battuta, nel parlare poi come ovvio della nostra alimentazione :D siamo arrivati alla letteratura, evviva Dio ancora si legge in Italia …

Questa persona molto gentilmente ci ha consigliato la lettura di questo libro “Walden ovvero Vita nei boschi“, che una volta tornati a casa abbiamo subito cercato, ce ne ha parlato in modo molto entusiastico, di come l’autore ha vissuto per un po’ di tempo nei boschi scrivendo questo testo, lasciando tutto e vivendo in una capanna … l’autore Henry David Thoreau lo ha pubblicato nel 1854, ovvero 160 anni fa, malgrado l’età da Highlander il libro mi sembra attualissimo, ho scaricato la versione Kindle e ho letto per ora una 15ina di pagine, il che mi ha dato l’impressione che la lettura sarà interessante e piacevole.

Lo sò, non ho ancora letto del tutto il libro, ma l’entusiasmo con cui me ne ha parlato e le pagine fin qui lette mi hanno dato il motivo per segnalarlo, tuttavia credo che la fine della lettura di questo libro sarà molto soddisfacente, ringrazio la persona che me lo ha segnalato, della quale purtroppo non ricordo il nome, mi perdonerà, ma quando ci rivediamo avremo sicuramente qualche altro scambio dialettale utile :D

Per ora lo consiglio, la versione disponibile è solo quella per Kindle o comunque per tablet, smartphome e PC, il prezzo di 1,49 Euro mi sembra un buon investimento, il costo di un caffè per un grande classico ma molto contemporaneo … buona lettura :D

Link Amazon: Walden ovvero Vita nei boschi

 
 

Link amici: Natura Bio Benessere | Open Vegan | La Spiga e Il Girasole | Blu Etica | Noi Insieme | PomodoriSecchi | Italicum

.